Chi sono i consorziati

Consorzio della Chiusa di Casalecchio e del Canale di Reno

Fanno obbligatoriamente parte del Consorzio tutti i possidenti di beni immobili, terreni o fabbricati, che usufruiscono in qualsiasi modo dell'acqua derivata dal fiume Reno o traggono un vantaggio di scolo dai canali e dai condotti consorziali. Detti possidenti sono definiti Interessati in quanto aventi interesse a che il reticolo idraulico consortile sia mantenuto in efficienza.

In rapporto alla tipologia della loro utenza, cioè alla qualità del vantaggio ottenuto gli interessati si dividono in tre classi o gruppi cioè opificianti, irrigatari e minuti utenti scolatari.

Gli opificianti e gli irrigatari sono rispettivamente gli utilizzatori di acqua per la produzione di energia e per le diverse pratiche colturali agricole. Il diritto di derivazione per entrambe è rilasciato dal Consorzio, su richiesta del singolo, ed è sottoposto alle consuete norme regolamentari e statutarie e a prescrizioni costituenti il disciplinare concessorio.

I minuti utenti o scolatari sono i proprietari di fabbricati e terreni che direttamente o indirettamente recapitano le proprie acque meteoriche nel sistema artificiale consorziale. In altre parole i titolari di quelle proprietà che traggono uno specifico e diretto vantaggio di scolo delle acque meteoriche dal reticolo e dall'attività del Consorzio.


Consorzio della Chiusa di San Ruffillo e del Canale di Savena

Il Consorzio è costituito da tutti gli utenti definiti primari quelli che utilizzano per diversi scopi l'acqua derivata dal torrente Savena, secondari o scolatari quelli che traggono un vantaggio di scolo dal canale Savena.

Il diritto di derivazione per produzione di energia o a fini irrigui è rilasciato dal Consorzio su richiesta del singolo ed è sottoposto alle consuete norme regolamentari e statutarie e a prescrizioni costituenti il disciplinare concessorio.

Gli scolatari sono i proprietari di fabbricati e terreni che direttamente o indirettamente recapitano le proprie acque meteoriche nel sistema artificiale consorziale. In altre parole i titolari di quelle proprietà che traggono uno specifico e diretto vantaggio di scolo delle acque meteoriche dal reticolo, dall'attività del Consorzio e dal canale consortile, vera e propria gronda naturale della collina dominante.


Consorzio degli Interessati nelle Acque del Canale di Savena in Bologna

Il Consorzio è costituito da tutti i possidenti di immobili definiti Interessati, che utilizzano tanto per derivazione quanto per scolo i condotti consortili.

Il diritto di derivazione è rilasciato dal Consorzio su richiesta del singolo e sottoposto alle consuete norme regolamentari e statutarie e a prescrizioni costituenti il disciplinare concessorio.

Gli scolatari sono i proprietari di fabbricati e terreni che direttamente o indirettamente recapitano le proprie acque meteoriche nel sistema artificiale consorziale. In altre parole i titolari di quelle proprietà che traggono uno specifico e diretto vantaggio di scolo delle acque meteoriche dal reticolo e dall'attività del Consorzio.